Governance

La Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni (Suisse) SA e i suoi organi si impegnano a garantire una Corporate Governance tesa a rispettare i più elevati standard svizzeri ed internazionali, quali ad esempio, le regole emesse dalla Swiss Business Federation Swiss Code of Best Practice for Corporate Governance.

Questi principi sono attuati grazie ad una netta separazione tra la gestione operativa (Direzione Generale) e il Consiglio di Amministrazione (controllo e guida). L’Audit Committee sovrintende i lavori di controllo dei revisori interni ed esterni mentre il Risk Manager ed il Compliance Officer vigilano sui rischi connessi all’operatività giornaliera dell’istituto.

Il Consiglio di Amministrazione

Al consiglio di amministrazione, quale organo collegiale, spettano la supervisione della società, la vigilanza e il controllo della gestione degli affari. Il Consiglio di Amministrazione assicura che la gestione della banca sia ispirata a principi di redditività e sicurezza e controlla che sia applicata la normativa interna e esterna. In particolare il Consiglio di Amministrazione definisce la struttura organizzativa della banca e il Regolamento di Affari e Organizzazione, nomina la Direzione Generale, i membri dell’Audit Committee, delibera sulle linee guida proposte dal Direttore Generale in esecuzione della strategia aziendale, sugli obiettivi annuali e la pianificazione finanziaria, così come sull’organizzazione della Direzione Generale. Il Consiglio di Amministrazione, organo di vigilanza e controllo definisce il Sistema di Controllo Interno (SCI), verifica i rapporti emessi dalla Revisione interna e esterna attraverso l’istituto dell’Audit Committee, le posizioni finanziarie, la liquidità e il rispetto delle esigenze della Legge sulle Banche, segnatamente l’adeguatezza dei fondi propri rapportati all’attività’ della banca.

Il Presidente

Cura i rapporti tra la Direzione Generale, il Consiglio di Amministrazione e l’azionista. Assicura l’informazione ai membri del Consiglio, oltre a disporre di poteri speciali che gli consentono di garantire l’operatività’ dell’istituto nei casi di necessità ed urgenza.

L’Audit Committee

L’Audit Committee è composto da almeno tre membri del Consiglio di Amministrazione. I membri del comitato devono possedere solide e provate conoscenze in materia di finanza e contabilità.

I compiti dell’Audit Committee fanno riferimento al Swiss Code of Best Practice for Corporate Governance.

In particolare l’Audit Committee valuta l’efficacia della Revisione interna e esterna; valuta l’efficienza del sistema di controllo interno della banca dal punto di vista dei rischi e da quello della compliance; verifica in modo critico il bilancio ed il conto economico. L’Audit Commitee decide se raccomandare al Consiglio di Amministrazione la presentazione dei conti all’Assemblea Generale degli azionisti. L’Audit Committee giudica il lavoro svolto dalla Revisione Esterna e si assicura sulla sua indipendenza.

La Direzione Generale

La Direzione Generale è composta dal Direttore Generale e da almeno altri due membri a lui subordinati.

Tutti i membri di Direzione Generale sono nominati dal Consiglio di Amministrazione. La Direzione Generale è l’organo dirigente esecutivo della banca e ha il compito di attuare le decisioni del Consiglio di Amministrazione.

Al Direttore Generale spetta personalmente la conduzione materiale della banca. In particolare il Direttore Generale sottopone al Consiglio di Amministrazione i principi relativi alla politica generale degli affari e della strategia aziendale, gli obiettivi annuali, la chiusura dei conti, la pianificazione finanziaria oltre alla politica dei rischi. Assicura inoltre un’adeguata struttura organizzativa di conduzione e controllo, il rispetto della normativa federale, delle direttive della Commissione Federale delle Banche e quelle dell’associazione Svizzera dei Banchieri.

Nell’espletamento delle sue funzioni il Direttore Generale si avvale della figura del Risk Manager per la vigilanza e il controllo dei rischi finanziari e operativi e dell’operato del Compliance Officer per il controllo e l’ongoing monitoring dei rischi legali, di reputazione e di immagine.

Il Risk Manager

Il ruolo del Risk Manager è quello di sorvegliare il rispetto delle direttive interne e esterne relative ai rischi esistenti e potenziali classici dell’attività degli istituti di credito. In particolare il Risk Manager sorveglia i rischi di mercato, di liquidità, di credito e operativi, anche tramite i responsabili di area.

Al Risk Manager è garantita indipendenza e poteri illimitati d’informazione e d’accesso, affinché possa espletare il suo lavoro in modo ineccepibile. Il Risk Manager fa riferimento alla Direzione Generale e al Consiglio di Amministrazione.

Il Compliance Officer

Il Compliance Officer ha il compito di assistere i collaboratori, la Direzione e il Consiglio di Amministrazione nell’osservanza delle prescrizioni di legge, prudenziali e interne, nonchè il rispetto delle norme comuni di mercato e deontologiche. Il Compliance Officer dipende direttamente dal Direttore Generale e è tenuto a ricevere istruzioni esclusivamente da questi o dal Presidente del Consiglio di Amministrazione. In virtù della sua funzione il Compliance Officer esercita in misura illimitata il diritto di informazione e di accesso. Nella sua funzione verifica inoltre che vengano rispettati il principi del Know Your Customer. Garantisce il rispetto della normativa in materia di riciclaggio di denaro e sorveglia il controllo dei rischi giuridici e di reputazione. Il Compliance Officer fa riferimento alla Direzione Generale e al Consiglio di Amministrazione.

La Revisione Interna

La Revisione Interna viene nominata dal Consiglio d’Amministrazione e verifica l’ottemperanza da parte della banca e dei suoi collaboratori alle disposizioni legali, statutarie e regolamentari, alle autorita’ di sorveglianza nonche’ alle direttive e regolamenti interni. Dispone di un diritto di verifica illimitato e puo’ svolgere controlli speciali su incarico del Presidente del Consiglio d’amministrazione.

Allestisce i propri rapporti e li sottopone al Consiglio d’Amministrazione e alla Direzione Generale.